sabato 28 luglio 2012

Barchette di Streghe con Casatella di Castel S.Pietro e verdure al forno




L’estate è la stagione del sole, del caldo, del mare, è, soprattutto, la stagione in cui un po’ mandiamo in vacanza prima di tutto i fornelli e la voglia di ricette fresche e stuzzicanti si fa più che mai insistente, l’aperitivo/apericena/voi come lo chiamate? diventa un’ abitudine rigenerante fatta di stuzzicherie da gustare magari all’aperto e con un bicchiere di buon vino ghiacciato a portata di mano. 
Per questo vi propongo lo stuzzichino bolognese per eccellenza, per così dire, nato dalla tradizione e rielaborato in modo in realtà non molto distante da come le stesse inventrici della ricetta lo avevano pensato.
Per cominciare, un po’ di storia.

“ Un tempo la strega, streia in dialetto, si faceva nella sola Bologna e nelle campagne circostanti. I fornai cominciavano a lavorare presto alla sera, facevano i lieviti, accendevano i forni a legna, preparavano gli impasti. Nel cuore della notte per giudicare se il forno fosse o meno pronto, dopo aver tolta tutta la brace, infornavano una sottile sfoglia di pasta di pane dopo averla unta di olio e cosparsa di sale grosso. Da come questa reagiva di decideva se il forno avesse raggiunto la giusta temperatura. Siccome spesso questa pasta si bruciava la chiamavano appunto Strega. [] Non vi spaventi la lunga descrizione, buttatevi senz’altro a sperimentarle, vi daranno moltissima soddisfazione. Sono, infatti, splendide servite con formaggi teneri o varie salse fredde e patè[]Sono stupende fresche ma le potrete fare anche in anticipo, se la stagione è asciutta si manterranno croccanti a lungo semplicemente tenendole in un sacchetto di carta nella dispensa”                  
                                                   Tratto da “Pane e roba dolce, Sorelle Simili “

Con questa ricetta partecipo al contest 





Ingredienti per 1 dose di streghe

500 gr di farina 00
250 gr di acqua
25 gr di lievito di birra
50 gr si strutto
12 gr di sale
Olio extravergine di oliva
Sale per cospargere




Fate la fontana e amalgamate al centro tutti gli ingredienti, fino ad avere un impasto non eccessivamente tenero. Lavoratelo per 8-10 minuti, battendo, poi coprite a cupola con una ciotola e lasciate lievitare 45-50 minuti ( io ho lavorato tutti gli ingredienti con l’impastatrice, gancio a spirale).
Staccare un pezzetto di pasta e, senza lavorarla mettetela sul tagliere infarinato, appiattitela con il matterello non troppo sottile, a questo punto l’impasto va tirato in una sfoglia sottile, io ho usato la macchina per la sfoglia fino alla misura massima della penultima tacca.



Disporre questa sfoglia sulla teglia unta di olio di oliva ( la ricetta originale prevede l’uso di olio di semi sulla teglia), pennellatela con l’olio extravergine di oliva, cospargetela di sale e tagliatela a losanghe con una rotella dentata. Mettere subito in forno già caldo a 210-220° per 10-12 minuti.

Questa la ricetta originale, dovendo però creare delle piccole barchette io ho proceduto facendo solo ½ dose, dalla quale ho ricavato circa 20 barchette da dei rettangoli 8x5 cm, tagliando la sfoglia senza ungerla ne salarla e disponendo i rettangoli ottenuti su alcuni pirottini  capovolti, unti di olio di oliva, nelle foto potete vedere come ottenere delle barchette più o meno grandi a seconda che si lascino i pirottini così come si trovano confezionati oppure che si lavorino un po’ con le dita e con l’aiuto di un coppa pasta. 




Una volta cotte le barchette di streghe bisogna lasciarle raffreddare ancora appoggiate ai pirottini capovolti per poi estrarle con molta delicatezza.


Per la composizione            
                                         1 peperone rosso
                                         10 pomodorini
                                         Sale
                                         Pepe
                                        Olio extra vergine di oliva
                                        Erbe aromatiche a scelta


E qui due paroline sulla fresca, gustosa e stratipica Casatella di Castel S.Pietro vanno spese per forza:
La Casatella è un “Formaggio tenero, venduto fresco privo di crosta, prodotto con latte vaccino intero pastorizzato, è conosciuto dall’inizio del secolo, la forma tipica è tronco conica La particolare tecnica di stufatura a “freddo” che evita l’eccessivo inacidimento ed indurimento, nonché la breve stagionatura (2 giorni circa) determinano il sapore e la consistenza caratteristici.”
Ne deriva così un “formaggio fresco dal sapore leggero ma consistente, che conserva il suo gusto di latte fresco anche dopo alcuni giorni. Magro e facilmente digeribile, deve le sue caratteristiche alla particolare lavorazione di ingredienti naturali di primissima qualità”

E ora a noi....
Arrostite il peperone come già descritto qui
Lavate e tagliate a metà i pomodorini nel senso della lunghezza, disponeteli su una placca da forno ricoperta con un foglio di carta da forno, salateli, e cospargeteli di olio d’oliva e cuoceteli nel forno già caldo a 220° fino a quando non saranno morbidi al centro e abbrustoliti esternamente.
Lasciate riposare le verdure almeno un ora in modo che gli aromi si fondano perfettamente con i sapori delle verdure.
Componete le barchette disponendo al centro un cucchiaino di Casatella e sormontandolo con due metà di pomodorini o una strisciolina di peperone, le varianti possibili di questa composizione sono davvero molte, potete sfogare la creatività.





Per la mia esperienza accostamenti speciali di sapore e consistenza sono:
-Zucchine grigliate condite con olio evo, sale, fettine di aglio e foglie tritate di mentuccia, lasciate riposare almeno mezza giornata e disposte sopra una fettina i formaggio primo sale
-Pomodorini arrosto disposti sopra un cucchiaino di Casatella o Scquaquerone o formaggio caprino fresco e aromatizzate con alcuni fili di erba cipollina e semi di sesamo nero
-Listarelle di peperone grigliato disposte su sottili fettine di Feta





9 commenti:

  1. Davvero carine! :)

    http://latavolaallegra.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Grazie! :)...ho visto il tuo smoothie alle fragole su pinterest...con questo caldo mi hai fatto venire voglia di provarlo....ti seguo ;)

    RispondiElimina
  3. Ho visto la tua ricetta, molto molto carina gustosa! Buon contest, io partecipo con dei baci di dama salati

    RispondiElimina
  4. Li ho visti, sono carinissimi...buon contest anche a te :)

    RispondiElimina
  5. Complimenti,davvero carine queste barchette...! Ciao

    RispondiElimina
  6. wow!! quante belle ricette mi hai conquistata da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa
    http://kreattiva.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutte per i bei complimenti che rendono piena di soddisfazione questa nuova avventura che tanto mi affascina. Alcuni problemi di lavoro mi stanno momentaneamente tenendo lontana dal blog ma verrò a trovarvi quanto prima nei vostri pazi on line. Grazieeeee ;)))))
    a presto

    RispondiElimina
  8. ciao scusa per il ritardo sono Laura del blog Pane e olio e grazie per la tua ricetta, non ho avuto il pc per un mese e passa e ora devo recuperare.... a presto con la raccolta finita
    ciao ciao

    RispondiElimina
  9. Ciao Laura, benvenuta :)...non ti preoccupare, sono inconvenienti che capitano, a presto

    RispondiElimina

I vostri commenti arricchiscono questo blog, scrivetemi, provate le ricette e fatemi sapere com'è andata o anche solo per un saluto al volo on line